Revolution X

2014

Nel 2014 nasce il propulsore denominato “Revolution X” equipaggiato sulla nuova famiglia “Street”. Con questa nuova produzione, la famiglia storica Sportster che era l’ingresso di gamma alla Harley Davidson, viene anticipata dalla nuova gamma “Street”.

1e1fe-xg750-engineLa Street è la prima dopo 15 anni che viene prodotta fuori dagli Stati Uniti nella storia del Marchio, ciò indica una nuova piattaforma, un nuovo motore, battezzando il propulsore Revolution X.

Il propulsore Revolution X è molto simile al Revolution che equipaggia la produzione V-Rod che porta una grande influenza del marchio Porsche come primo motore della Harley Davidson raffreddato a liquido. Tuttavia la similitudine tra i due propulsori, la AVL ha dovuto svolgere un grande lavoro per la costruzione del Revolution X.

Il propulsore Revolution X è un motore da 749 cc a quattro tempi, che si configura come un V-twin da 60° raffreddato a liquido, con alberi a camme azionati da catena singoli in testa (uno per cilindro) che operano quattro valvole ciascuno. Mantenendo con la tendenza attuale di apparecchiature di riduzione dell’attrito, munito di bilancieri a rullo con regolatori a vite. Nella parte inferiore, il nuovo motore ha un basamento diviso verticalmente con cuscinetti a strisciamento.

La realizzazione di questo nuovo propulsore ha indirizzato la Harley Davidson ad annullare molte delle loro tradizioni viste nei tradizionali propulsori della casa. Ad esempio, il Revolution X ha un angolo del Twin Cam di 60 gradi mentre i tradizionali Twin Cam hanno un angolo di 45°. Per ridurre l’altezza da terra viene utilizzato un carter umido, fondamentale per creare una seduta molto bassa.

6fdd0-harley-davidson-street-750-2Si abbassa anche il centro di gravità rendendo la gestione migliore alle basse velocità a vantaggio della sicurezza e stabilità. Tutti elementi critici per i nuovi piloti per essere in grado di trovare la fiducia nella nuova Street.

Sopra il basamento ci sono due cilindri separati in alluminio con gruppo camme per cilindro, a differenza dei tradizionali Twin Cam che hanno le camme nel basamento. L’unica differenza tra le versioni 500 cc e 750 cc del Revolution X è il foro. La 749 cc utilizza un foro da 85 millimetri, mentre la 500 utilizza un foro da 69 millimetri.

Ma le similitudini tra i due modelli si evidenziano anche nei valori di coppia, quando il motore 750 cc. raggiunge il picco di potenza a 8000 RPM, il motore 500 cc raggiunge il picco di potenza con poco meno di 55 CV a circa 7500 RPM. Tuttavia, la Harley Davidson non ha rilevato la potenza effettiva, ma riviste americane ha pubblicato per la 750 cc una potenza alla ruota posterione di 52-53 PS con una coppia di 65 NM a 4000 giri, consentendo una rapida accelerazione tipica del costruttore.

Il propulsore è stato equipaggiato con un unico albero per garantire vibrazioni molto ridotte a vantaggio di una guidabilità liscia. Il motore è ad iniezione elettronica mediante un corpo farfalato della Mikuni singolo da 38 millimetri.

Il motore è abbinato ad un trasmissione a sei marce e come è di norma per le Harley, la trasmissione finale prende forma con la tradizionale cinghia dentata, a vantaggio di una ridotta manutenzione e morbida trasmissione.

La produzione del Revolution X di cilindrata 750 cc è attualmente in India, mentre la 500 cc. viene costruita presso lo stabilimento in Kansas City per il consumo interno negli Stati Uniti.

7a069-street-750-r